Una terra ricca di storia, cultura e sapori a due passi da Bergamo

Terre del VescovadoLe ultime notizie

giovedì 05 dicembre 2019

“DI TAPPA IN TAPPA, UN TESSUTO, UN CAMMINO"

“Di tappa in tappa, un tessuto, un cammino. Un laboratorio artistico diffuso di attivazione comunitaria” è un progetto che intende estendere la pratica laboratoriale ad una dimensione comunitaria per farne occasione di pratica e strumento di costruzione, recupero o approfondimento di legami con il territorio .  Il progetto è pensato di fatto come u n “cammino”  sull'identità che procederà per tappe . Ogni Comune, ogni “incontro” con una realtà sarà da considerarsi una “tappa” del percorso. Ogni tappa si concluderà con la realizzazione di un manufatto collettivo, un pezzo di tessuto da dipingere e da “abitare” seguendo le tracce dell' emblema araldico del territorio coinvolto, partendo dallo  stemma comunale come primo luogo di racconto di un'identità, ma anche come “terra” da conoscere, da esplorare, da mettere in dialogo con le terre vicine, per dare un nuovo senso di accoglienza e permettere la facilitazione del processo di costruzione del sentimento di appartenenza o di prossimità a chi abita, a chi transita, a chi arriva nelle terre coinvolte. A ispirare, non solo in quanto metafora, il progetto è il cammino che sta prendendo forma come Cammino  del Vescovado proprio in queste settimane, dove nei prossimi mesi, saranno esposti i drappi creati. Durante gli incontri si sperimenteranno diverse tecniche di stampa e di pittura su stoffa. Evento ad invito. Progetto creato da Terre del Vescovado in collaborazione con Sotto Alt(r)a Quota all'interno del progetto "Terre del Vescovado: Taste, Discover, Visit" del bando regionale Viaggio #InLombardia

giovedì 05 dicembre 2019

Sapori del Vescovado

Profumi antichi ed ancestrali raccontano una tradizione sedimentata nei secoli. I segni indelebili della terra e dell'opera dell'uomo sono testimoni di una storia millenaria capace di adattarsi ai tempi e alle esigenze della modernità. Terre del Vescovado, una moderna tradizione antica. Le Terre del Vescovado sono ricche di Sapori, non solo da gustare, ma anche da vivere: Passione, Dedizione, Tradizione e Innovazione… questi gli ingredienti di un territorio tutto da scoprire. Vogliamo portarvi in un viaggio alla scoperta dei tanti prodotti d’eccellenza delle Terre del Vescovado: preziosi vini e distillati, olio d’oliva, miele, confetture, salumi e prodotti caseari, birre artigianali e tanto, tanto altro ancora. Da questa ricchezza nascono i  Sapori del Vescovado, marchio che contraddistingue i prodotti di punta di ciascuna azienda associata, una selezione di eccellenze enogastronomiche bergamasche . Sapori ricchi di storia, simbolo della qualità e del legame dei nostri produttori con il territorio. Con il nuovo anno troverete presso i ristoranti, le trattorie e gli agriturismi, associati alle Terre del Vescovado, proposte di menu a km0 con i Sapori del Vescovado.

martedì 29 ottobre 2019

50°ANNIVERSARIO di fondazione del Monastero Maria Immacolata a Montello

Un monastero:  un intreccio di storia, arte, religione e vita per la comunità di Montello Il 3 novembre alle ore 15.00 mons. Francesco Beschi celebrerà i festeggiamenti per il cinquantesimo anno dalla fondazione del Monastero Maria Immacolata a Montello. Da 50 anni nella nostra comunità sono presenti le suore di clausura che durante le loro giornate di lavoro e preghiera si ricordano anche di noi.  La loro storia e quella del monastero dove oggi abitano, comincia nel 1650 quando il movimento francescano del  Terzo Ordine Regolare (T.O.R.), detto “Ordine dei penitenti”, stabilisce una delle sue sedi  in una frazione di Zogno (Bergamo) dalla quale prendono ispirazione per una vita monastica tre religiose: Giovanna, Barbara e Cecilia Della Chiesa, che decidono di formare una piccola comunità a Romacolo (Zogno). “La forma di vita dei fratelli e delle sorelle del Terzo Ordine Regolare di san Francesco è questa: osservare il santo vangelo del Signore nostro Gesù Cristo, vivendo in obbedienza, in povertà e in castità” (Regola e vita TOR, 1)  Lo stile di vita francescano diventa un modello così rispettato e ritenuto adatto a tutti, che le sorelle iniziano ad educare ragazze come in un Collegio. Tante sono le giovani che frequentano quella scuola di vita, che il convento si sposta a  Grumello de’ Zanchi ( Zogno), tutt’ora designato come luogo appartenuto alla giovane Congregazione sotto il titolo di S. Maria Immacolata. Dopo quasi cent’anni di avvenimenti storici, Suor Veridiana, dei nobili Mozzi-Amorlotti di Bergamo, il 2 febbraio 1731 trasferisce la comunità nel nuovo monastero di S. Maria in Zogno (ex Convento dei Serviti). Il 15 agosto 1734 le sorelle chiedono  di osservare la “stretta clausura di diritto vescovile” che nel 1740 ottengono da mons.Antonio Redetti, vescovo di Bergamo. “ Dietro l’esempio del divino Maestro che contempla sul monte o si apparta in solitudine o si ritira nel deserto, noi “sorelle della penitenza” scegliamo di partecipare intensamente al mistero pasquale raccogliendoci “corporalmente rinchiuse” nella quiete del chiostro per meglio concentrarci in Dio, sempre più libere dalle possibili distrazioni creaturali e desiderose di trovare un “luogo deserto” per pregare in profonda comunione di fraternità, fatte umile voce di tutto l’universo”           (Costituzioni 62)  Con l’aumentare delle vocazioni e su suggerimento di mons.Clemente Gaddi, vescovo di Bergamo, si pensa all’apertura di un nuovo monastero con l’aiuto di don Mario Frosio, parroco di S. Paolo in Bergamo. L’1 novembre 1969, dopo la celebrazione presieduta da mons. Gaddi nella parrocchia di Montello, viene affidata loro, con il benestare della Santa Sede, Villa Baizini, abitazione ottocentesca dell’omonimo commendatore e ritirata nel 1952 dal complesso industriale Rumi. Il 9 luglio 1969 iniziano i lavori di modernizzazione degli ambienti ormai disabitati da oltre 15 anni. La Villa viene resa un Monastero con gli adattamenti necessari alle nuove esigenze del luogo, senza modificarne però i caratteri artistici che contribuiscono a rendere  il Paese vecchio di Montello ancora cosi caratteristico e affascinante. Il Monastero è luminoso grazie all’ampio ampio e fresco atrio sul quale emergono gli splendidi archi e le colonne quadrate che sostengono l’imponente loggiato. Sulla cornice frontale si possono ammirare quattro statue che rappresentano le stagioni e, al centro, il medaglione dello stemma della famiglia. Al suo interno trionfano splendide decorazioni che introducono ad un grande parco esterno, luogo di meditazione e preghiera, chiuso da una cancellata con pilastri barocchi. Vengono ricavate le sala del capitolo, le celle, la portineria, il parlatorio e le diverse sale da lavoro. Nel 1971 al Monastero viene donata dalla parrocchia la chiesa seicentesca dedicata alla Visitazione della Beata Vergine Maria, restata per molti anni parrocchiale di Montello. Il complesso di edifici viene completato nello stesso anno con l’acquisto dell’ex casa parrocchiale, incuneata nella proprietà del monastero, risolvendo così il problema della mancanza di spazio per varie attività. Per il venticinquesimo anniversario (1994) viene aggiunta al monastero e alla chiesa anche “Casa dei Ritiri” dove ora c’è la possibilità per gruppi e singoli di ritirarsi in preghiera, sentendosi più vicini alle suore che da 50 anni vivono e pregano anche per la comunità di Montello. www.francescanetor.it

martedì 29 ottobre 2019

I Piccoli Santi

Siamo ormai vicini alla vigilia di Tutti i Santi e come da tradizione ormai consolidata  a Montello, nel pomeriggio di giovedì 31 ottobre, i piccoli della nostra comunità busseranno alle porte di tutta la cittadinanza montellese. La festa si pone come desiderio e voglia di tornare alle origini di questa festa, ormai ribattezzata HOLYWEEN (holy, ovvero santo) in contrapposizione alla festa di HALLOWEEN (halo, ovvero spirito,fantasma), targata stelle e strisce. La festa di Holyween è ben meditata e preparata: circa da settembre i bambini partecipano ad un laboratorio, INVITA UN SANTO A TAVOLA: qui studiano la vita di ogni Santo, scelgono quello che a loro suscita più interesse ed imparano la filastrocca che servirà per il passaggio di casa in casa. Infatti i bambini si "travestono" da alcuni santi, tra i più noti, chi per i proprio gesti, chi per la propri vita: dalla Madonna a San Giorgio, da Santa Elisabetta d'Ungheria a San Francesco, San Mauro o tra i più moderni, Santa Gianna Beretta Molla. Una volta preparato tutto... il tour inizia! I nostri piccoli santi, infatti, armati di cestini con dolcetti a base di farina di mais, partono alla volta delle vie montellese, decisi a bussare ad ogni porta, regalare un dolcetto e recitare con gli occhi che brillano e la voce un po' emozionata, la filastrocca sul Santo prescelto.

giovedì 03 ottobre 2019

Corso Gratuito di Social Media

Le Terre del Vescovado, in collaborazione con PiùTurismo, organizzano il Corso Gratuito di Social Media per commercianti, azienda agricole, ristoratori, strutture alberghiere e extra-alberghiere, associazioni e per chiunque voglia sviluppare digitalmente la propria attività. Il corso, strutturato in 5 appuntamenti della durata di 2 ore ciascuno, si propone come guida per una corretta digitalizzazione dell'attività, analizzando la gestione di sito internet, social network, Google My Business e il mondo delle App Google. Per iscriversi al corso, inviare un'email a: infopoint@terredelvescovado.it Scarica la locandina per scoprire il programma dettagliato

giovedì 03 ottobre 2019

Lavora con noi Bando di selezione pubblica

Promoserio, su richiesta di Terre del Vescovado, ha pubblicato UN BANDO DI SELEZIONE PUBBLICA, mediante titoli ed esame colloquio, finalizzata alla formazione di n.1 graduatoria per l'assunzione con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato (CCNL Turismo-Pubblici Esercizi) destinata alla copertura di un ruolo di segreteria, comunicazione e gestione eventi presso l’Agenzia Promoserio – Comitato Terre del Vescovado, sede di Scanzorosciate. Le domande potranno pervenire a partire dalle ore 9.00 del giorno 1 ottobre 2019 e sino alle ore 12 del giorno 13 ottobre 2019. Graduatoria ammessi: scarica qui la graduatoria Tutti i candidati ammessi sono convocati per il colloquio VENERDÌ 18 OTTOBRE alle ore 11.00 presso il Comune di Scanzorosciate (primo piano) – P.zza della Costituzione, 1, 24020 Scanzorosciate BG. Si richiede ai candidati la presenza in loco dalle ore 11.00 alle ore 14.30.

mercoledì 15 maggio 2019

MTB DA BERGAMO AI LAGHI DI ENDINE E ISEO

ACQUISTA ONLINE Percorrere le 126 proposte contenute in questo volume vi porterà ad avere totalizzato quasi 3.000 chilometri, tutti guadagnati a cavallo della vostra bicicletta. Sarà un lungo viaggio che vi condurrà, stagione dopo stagione, dai 120 metri di quota dei Navigli milanesi, sino alle vette e ai passi orobici, dove scalerete la ”Cima Coppi” della guida: i 2.612 metri sul livello del mare del Passo di Caronella. Grazie a descrizioni minuziose, corredate da planimetrie dettagliate e dalla possibilità di scaricare le tracce GPS, sarà impossibile perdervi, mentre potrete liberamente vagare tra le immagini e gli scritti con cui l’autore ha corredato con passione ogni itinerario. Una grafica chiara ed efficace, che vi fornisce tutte le informazioni utili nella doppia pagina di apertura del singolo itinerario, e la suddivisione delle proposte in 13 aree geografiche omogenee vi aiuteranno ad orientarvi e a scegliere il percorso più adatto al vostro stile, alle vostre attitudini e alla vostra preparazione atletica e tecnica. Potrete così affrontare gradualmente l’impegno richiesto dalle escursioni proposte, con la possibilità di pedalare durante tutto l’anno. Per la gita con la famiglia ed i più piccini avrete la possibilità di scegliere tra 11 ciclabili per ben 346 km di sviluppo. Parte di questa rete ciclabile la sfrutterete anche nei trasferimenti di fondovalle, per tornare ai punti di partenza di molti dei 115 itinerari ad anello dedicati alla mountain-bike. Non avrete che l’imbarazzo della scelta: sono 2.587 i chilometri di sentieri, sterrati e strade che vi attendono. Alla fine delle vostre scorribande, quando avrete collezionato tutte le proposte, saranno più di 110.000 i metri di dislivello positivo che avrete percorso. La novità che caratterizza questa guida è un capitolo dedicato alla rete ciclabile che collega Milano alle valli e ai laghi di Lecco e di Bergamo, arterie necessarie per una mobilità dolce e sostenibile. Con questa scelta si è voluto restituire un quadro di unione di una rete ciclopedonale esistente e funzionale, anche se carente di una segnaletica omogenea ed efficace per i ciclisti. Siamo convinti che le ciclabili, integrate ai sentieri proposti per la mountain bike siano una risorsa vitale per il territorio. Con questa proposta organica vogliamo dare il nostro piccolo contributo per lo sviluppo di un turismo lento e rispettoso dell’ambiente, un turismo attento e curioso, in cerca di natura e di bellezza. Maurizio Panseri è nato nel 1964, da oltre 20 anni vive ad Olera, un piccolo borgo storico immerso nei boschi di Alzano Lombardo, a pochi chilometri da Bergamo. Sin dall’adolescenza si appassiona alla montagna, esplora l’intero arco alpino ma Le Orobie e le Prealpi Bergamasche sono le “sue” montagne, quelle dietro casa, a cui resta profondamente legato e che sono ancora oggi in grado di stupirlo. La passione per la mountain-bike, con cui ostinatamente tenta di scendere da ogni sentiero, si affianca a quella per l’alpinismo, lo scialpinismo e l’arrampicata. Da sempre documenta e racconta i suoi attimi di vita tra i monti, in parete, sugli sci e sulle ruote. Ha collaborato con numerose riviste di settore. Le sue “Piccole Storie” e tutta la sua produzione la potete trovare e leggere su www.vertical-orme.tv Il Link che permette di sfogliare alcune pagine della guida. DOVE POTETE ACQUISTARE LA GUIDA NELLA PROVINCIA DI BERGAMO: il LINK con la mappa e le info dei punti vendita.

mercoledì 15 maggio 2019

VISITE, EVENTI, DEGUSTAZIONI IN VILLA PAGNONCELLI FOLCIERI

Villa Pagnoncelli è aperta per visite e degustazioni su appuntamento e a pagamento, per un minimo di 6 persone, massimo di 60. Per gruppi fino a 15 persone è possibile la degustazione seduta e guidata nella Sala Biblioteca, per gruppi numerosi la degustazione è in cantina e in piedi. La visita alla Villa Seicentesca e alla cantina ha una durata minima di 1 ora. La degustazione comprende l’assaggio di tutti i prodotti dell’ Azienda Agricola Pagnoncelli Folcieri accompagnati da abbinamenti studiati ad hoc salati e dolci del territorio. Costo minimo 20€ CONTATTI tel: 3398614814 lnfo@moscatopagnoncelli.com http://www.moscatopagnoncelli.com/

sabato 23 febbraio 2019

Online la nuova App turistica delle Terre del Vescovado

Disponibile gratuitamente su tutti gli Store l’APP ufficiale delle TERRE DEL VESCOVADO : borghi, colli e vigne a pochi km da Bergamo. Tutto in un’unica App, per avere sempre a portata di mano il meglio delle Terre del Vescovado, con tutte le informazioni sui PRODOTTI e PRODUTTORI d’eccellenza del territorio, ITINERARI, ALBERGHI e RISTORANTI, EVENTI e ATTIVITÀ. Scopri gli antichi borghi, i castelli, le ville e i palazzi storici, le aree verdi e i percorsi naturalistici, gli itinerari storico-culturali e quelli enogastronomici, tutti i SAPORI che nascono nelle Terre del Vescovado, l’eccellenza dell’enogastronomia del territorio. Scaricabile dagli store ufficiali: – da Google Play per il sistema Android – da App Store per il sistema Apple iOs Un’App indispensabile per scoprire il meglio, ma proprio tutto il meglio, delle Terre del Vescovado. Si ringraziano gli sviluppatori di  Maply per la collaborazione.

sabato 23 febbraio 2019

Eco di Bergamo – Terre del Vescovado a un anno dalla nascita!

Dopo quasi un anno dalla nascita delle Terre del Vescovado, l’Assemblea del 24 marzo, è stata un’occasione per stilare un primo bilancio, ma sopratutto un momento importante per guardare al futuro e condividere le iniziative, gli eventi e le attività in programma per promuovere il nostro bellissimo Territorio. Leggi l’articolo in allegato de L’Eco di Bergamo del 4 Aprile 2018