Una terra ricca di storia, cultura e sapori a due passi da Bergamo

Le Terre del Vescovado

Salotto del Moscato in Villa Galimberti

Nuova sede del Consorzio di Tutela Moscato di Scanzo e dell’Associazione Strada del Moscato di Scanzo e dei sapori scanzesi, all’interno di Villa Galimberti, nel centro storico di Scanzo.
Punto informazioni e vendita Moscato di Scanzo DOCG.

Un salotto esclusivo, realizzato su due piani, all’interno di un palazzo antico nel cuore storico di Scanzorosciate, dove potersi immergere nella cultura del vino attraverso la suggestione dei materiali, dei colori e degli allestimenti. La sala superiore è stata dedicata all’avv. Bendinelli e all’arch. Fumagalli, con la seguente dedica: “Grazie per l’impegno e la dedizione verso il Moscato di Scanzo. Ci avete insegnato che le cose migliori si ottengono con il massimo della passione. I soci del Consorzio”. Due illustri personaggi che grazie alla loro tenacia e alla forza di volontà hanno contribuito in modo decisivo alla conoscenza del Moscato di Scanzo e all’ottenimento della Docg. La seconda sala, con un antico soffitto a volte, è stata dedicata a Gino Veronelli con la seguente dedica: “Grazie per averci sempre sostenuto e spronato ad amare il nostro Moscato di Scanzo. I soci del Consorzio”. Sincero riconoscimento verso un uomo che amava ed invitava ad amare il Moscato di Scanzo. L’obiettivo del “Salotto del Moscato di Scanzo” è quello di creare un luogo di incontro, di promozione e di racconto del territorio, dei suoi prodotti e della cultura vitivinicola.

Orari: Aperto al pubblicoda Martedì a Sabato: dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00Giovedì Pomeriggio CHIUSO.
Parcheggio
Accesso a disabili
Carte di credito
Enoteca/cantina
  Contatti
Indirzzo: Via F. Martinengo Colleoni 36
Telefono: 0356591425
Sito web: www.consorziomoscatodiscanzo.it
Email:

Altri luoghinello stesso Comune

Gli itinerariper Salotto del Moscato in Villa Galimberti

Cicloturismo MTB

MOSCATO DI SCANZO WINE TOUR

Emotion Bike propone un tour ciclistico per scoprire il Moscato di Scanzo e le sue colline La partenza sarà dal parcheggio del comune di Scanzorosciate. Percorrendo tratti di pista ciclabile e strade secondarie raggiungeremo le dolci colline dove presso le aziende agricole del territorio potremo scoprire e degustare il prodotto della più piccola DOCG italiana: Il Moscato di Scanzo , vino dolce da abbinare ad un dessert o da meditazione. Potremo avere la possibilità di pranzare in uno degli agriturismi presenti lungo il percorso e infine visitare il Consorzio di Tutela del Moscato di Scanzo , dove poter acquistare una bottiglia come ricordo di questa magnifica giornata. INFORMAZIONI AGGIUNTIVE L’e-bike tour è disponibile da un minimo di 4 persone ad un massimo di 8. Non è necessario che i partecipanti facciamo parte dello stesso gruppo di prenotazione. Il Tour avrà una durata indicativa di 4 ore , con ritorno previsto alle ore 13:00 a Via Cav di Vittorio Veneto, 2 Scanzorosciate RISTORO La degustazione ed il pranzo verranno effettuati in una delle cantine o agriturismi della zona previa prenotazione.   Per info, prezzi e prenotazioni clicca qui ENGLISH VERSION

Trekking e passeggiate

Itinerario Monte Bastia

È un Itinerario storico-artistico, paesaggistico ed enogastronomico. Questo itinerario parte dal centro storico della frazione di Scanzo, dove è possibile visitare la chiesa antica di San Pietro e la chiesa nuova, dedicata ai Santi Pietro e Paolo. Sempre nel centro storico si incontrano, nell’ordine: l’ antico Monastero del Casale, Villa Pagnoncelli (Azienda Agricola Pagnoncelli Folcieri), via Abadia e il centro costantiniano-longobardo, Villa Brentani, Villa Piccinelli e i primi forni per la produzione del cemento . Risalendo lungo il centro storico e imboccando via Simone da Scanzo, in prossimità dell’Hotel San Rocco e della Taverna Babalè , ci si può portare quindi su via Monte Bastia che conduce sui colli scanzesi, dove si trovano diverse aziende vitivinicole, tra le quali l’ Azienda Agrituristica Cascina del Francés. I noltre, si raggiunge la Chiesetta degli alpini da cui è possibile godere di una vista a 360° sulla pianura sottostante. Dalla chiesetta è possibile scendere di nuovo verso il paese percorrendo il ‘Sentiero del Gianino’.