L’attuale aspetto di villa Tassis si deve sia alla ristrutturazione effettuata dai proprietari Tassis, a partire dalla seconda metà del XVIII secolo, sia alle decorazioni realizzate in epoca neoclassica. Il cortile di forma pentagonale è senza dubbio l’ambiente più suggestivo dell’intero complesso; all’interno si erge il campanile neoromanico del 1891. Alcune stanze della villa furono affrescate dal pittore bergamasco Vincenzo Bonomini ed altre da Luca Deleidi detto “il Nebbia”. La villa è sede dell’istituto religioso Sacra Famiglia con annesso museo della Santa Elisabetta Cerioli.

CONTATTI