L’edificio era anticamente di proprietà ecclesiastica. Esso fu una delle prime dimore estive dei vescovi di Bergamo. Per ultimo vi soggiorno il vescoco Regazzoni prima che facesse costruire, sempre a Gorle, una nuova casa per la villeggiatura (attuale Villa Zavaritt). Questo Palazzo fu venduto verso la metà del 1500 dal vescovo ai Conti Grumelli e poi successivamente da questi ai Conti Calepio e nel 1628 fu acquistato dai Nobili Marchesi Terzi. Nel 1887 l’acquistarono le famiglie Steiner-Frizzoni che lo tennero in proprietà fino al 1964. Infine lo acquistò il sig. Barzanò, per poi venderlo all’impresa Noris, che lo demolì per realizzare un complesso residenziale. Del grandioso Palazzo rimane oggi solo una piccola porzione del maestoso Parco.

CONTATTI

  • Via G. Marconi 1/3 gorle