Il paese si chiamava Monticelli di Borgogna fino al 1962, un nome che ricordava la fisionomia del paese posto entro l’ultima conca della dolce sequenza collinare lambita dalla roggia Borgogna: il corso d’acqua, derivato dal fiume Serio, è stato costruito a partire dal 1473 dal condottiero bergamasco Bartolomeo Colleoni, denominandola in omaggio a Carlo il Temerario duca di Borgogna. Alla fine dell’Ottocento nella conca sorge la grande villa eclettica, affacciata sul grande parco chiuso da una cancellata dai pilastri neobarocchi. Venduta dalla famiglia Baizini agli industriali Rumi nel 1952, dal 1969 è divenuta il monastero di clausura delle suore Terziarie Francescane: l’Ordine ha provveduto a ristrutturare tutti gli ambienti interni secondo le esigenze della nuova destinazione d’uso, ma ha mantenuto la ricchezza degli elementi decorativi posti sulle fronti esterne.

CONTATTI

  • Via Bartolomeo Colleoni montello