Esempio significativo dell’architettura settecentesca bergamasca (G. B. Caniana), fu fatta erigere dalla ricca famiglia Riccardi tra il il 1740 e il 1750 ed utilizzata come residenza estiva. Estintasi la famiglia, la villa diventò proprietà del vescovo di Bergamo. All’inizio del ‘900 divenne collegio femminile delle suore Orsoline, poi scuola per l’Infanzia e infine, divenuta proprietà del Comune, fu in parte adibita a scuola media. Oggi è inutilizzata e in evidente stato di abbandono.

CONTATTI

  • Via Roma 22 carobbioda