Chiesa parrocchiale Santa Maria Assunta

Chiuduno | Luoghi di interesse

Non è semplice descrivere i vari passaggi costruttivi che hanno portato, nel corso dei secoli, alla configurazione dell’attuale chiesa parrocchiale.
È sicuro che nel Settecento nacque la necessità di costruire una nuova e più ampia chiesa, visto che sia S. Michele sia S. Maria De Lorino erano ormai insufficienti alle esigenze religiose del paese. I lavori di costruzione iniziarono nel 1710 per opera del parroco Venturino De Bonomis e nel 1732 l’edificio, a pianta rettangolare con abside volta nord, era certamente ultimato. Ma neanche a un secolo dalla costruzione, si resero necessari alcuni ampliamenti, visto che la nuova parrocchiale risultava insufficiente rispetto al numero dei fedeli della parrocchia. L’ampliamento iniziato nel 1832 fu portato a termine nel 1838: la costruzione delle navate laterali, pur giovando alla capacità della chiesa, ne sminuì l’unità stilistica. Due successivi interventi, completarono la pianta attuale: nel 1867, la chiesetta di S. Giuseppe, e nel 1946, la “penitenzieria” degli uomini.
L’interno della Chiesa, costituito da una navata centrale e due navate laterali, è di notevole suggestione. Le decorazioni, eseguite da Fermo Taragni attorno agli anni 1921-26, contribuiscono a rendere l’interno slanciato ed accogliente. Vi collaborarono i pittori Dante Piazzalunga e Pietro Servalli.
Della prima metà del XIX secolo sono due tele di notevoli dimensioni, opere del pittore milanese Francesco Corneliani, poste sulla parete di fondo della navata centrale. Le quattro cappelle laterali sono della prima metà del settecento.

(PH. ©Foto A. Finazzi)

CONTATTI

  • Via dell'Assunta 1 chiuduno
  • 035 838189
  • E-mail