La chiesa attuale è sorta nel 1792, ma le fonti citano l’edificio sacro a partire dal 1304. La data 1743 incisa sul portale si riferisce forse all’anno in cui la nuova chiesa viene benedetta da vescovo di Bergamo, mentre la bussola novecentesca recupera un progetto del 1849. Restaurata con intonazioni neoclassiche nel corso dell’Ottocento e riconsacrata nel 1888, nel Novecento una schiera di artisti bergamaschi provvedono a realizzare stucchi, affreschi, vetrate e i marmi del pavimenti, scelti tra botticino, occhialino e aurora onciata. La grande pala absidale con il martirio della santa patrona è opera settecentesca di Francesco Polazzo, la tela di San Carlo e la statua di San Luigi sono dei ticinesi Vincenzo Angelo Orelli e Alessandro Sanz, mentre altri dipinti secenteschi sono conservati in sagrestia. L’organo è della ditta Giacomo Locatelli che lo realizza nel 1871, restaurato una prima volta nel 1935 ed una seconda nel 1966.

CONTATTI

  • Piazza Giovanni XXIII 8 brusaporto
  • Accessibile ai disabili