Anticamente questa località era una fortezza romana, poi castello abitato per parecchio tempo dai Frati Umiliati, i quali in Gorle possedevano diverse proprietà terriere. Questo Ordine fu poi abolito da S.Carlo Borromeo nell’anno 1571 e tutti i suoi beni rimasero ancora di proprietà ecclesiastica, per cui il vescovo Ragazzoni trovò il modo di costruire nel 1577 una sua villa, terminandola verso l’anno 1588 e quindi abitata durante la stagione estiva quale villeggiatura preferita dei vescovi di Bergamo fino alla fine del 1700. La sistemazione attuale è opera dell’ing. Luigi Angelini che, dal 1914 al 1918, eseguì radicali lavori di restauro riportando in evidenza pregiati particolari architettonici che erano stati coperti negli anni.

CONTATTI

  • Via Trieste 2 gorle